Photographer Chaloner Woods, 1938

chaloner-woods-1938

Photographer Chaloner Woods, 1938

Nel 1930 John Chaloner Woods (1903 – 1986) da commesso viaggiatore passa dalla vendita di dolci per i negozianti a fotografare i dolci per la pubblicità. Assistito ai sua moglie Mary, ex modella di abiti firmati, il Chaloner Woods Studio è diventato presto riconosciuto ricevendo commissioni dalle più grandi società di pubblicità del paese. La coppia utilizzando linee pulite e moderniste per sedurre il pubblico ad acquistare prodotti diversi come le scarpe e le lampadine , modelli a maglia e rossetti. Tuttavia la moda era il loro forte per vedere le potenzialità del lavoro a colori per il mercato delle riviste femminili che son in ascesa. Marito e moglie impostano uno stile ormai classico della fotografia 1950 di moda per i progettisti e pubblicazioni tra cui Teddy Tingling, Elizabeth Arden, Vanity Fair e Harper Bazaar. Gli anni ’50 e ’60 sono stati il loro periodo di massimo splendore, ma la coppia ha continuato a lavorare fino a quando John si ammalò. L’ultima voce nel 1986 Studio Diary è da Maria, ‘Questo è l’ultimo dei grandi del diario [sic]. John e io abbiamo lavorato e vissuto insieme per 54 anni, niente dura per sempre – ma la tristezza è così difficile da sopportare – ENG – In the 1930s travelling salesman John Chaloner Woods (1903 – 1986) switched from selling sweets to shopkeepers to photographing sweets for advertising. Assisted by his wife Mary, a former fashion model and dress designer, the Chaloner Woods Studio was soon receiving commissions from the biggest advertising companies in the country. The couple used clean, modernist lines to seduce the public into buying products as diverse as shoes and light bulbs to knitting patterns and lipsticks. However fashion was their forte and seeing the potential of colour work for the exploding women’s magazine market the husband and wife team soon set the tone for a now classic style of 1950s fashion photography for designers and publications including Teddy Tingling, Elizabeth Arden, Vanity Fair and Harper’s Bazaar. The 50s and 60s were their heyday but the couple continued working until John fell ill. The last entry in the 1986 Studio Diary is by Mary, ‘This is the last of the big diary’s [sic]. John and I worked and lived together for 54 years, nothing lasts forever – yet sadness is so hard to bear.’

Vivien Leigh 1935

vivien-leigh-jan-1935-sashagetty

Vivien Leigh

Vivien Leigh Jan 1935

Sasha/Getty

Mentre Studia presso la Royal Academy of Dramatic Art, Vivien Leigh incontra un avvocato, Herbert Leigh Holman, che divenne il suo primo marito, il 20 dicembre 1932. Dieci mesi dopo nasce la loro figlia Suzanne  l’unica figlia di Vivien. Nel 1934, ha iniziato con piccoli ruoli e, su richiesta del suo agente, cambiando il suo nome d’arte, Vivian Holman, a quella di Vivien Leigh. Il successo vi aspetta, ma la giovane attrice è  vittima nel 1935 di improvvisi sbalzi di umore a causa della sua bipolarità.eng – While studied at the Royal Academy of Dramatic Art, Vivien Leigh meets a lawyer, Herbert Leigh Holman, who became her first husband, 20 December 1932. Ten months after their daughter Suzanne was born the only daughter of Vivien. In 1934, he started with small roles and, at the request of his agent, changing his stage name, Vivian Holman, to that of Vivien Leigh. Success is waiting for you, but the young actress is a victim in 1935 of sudden mood swings because of its bipolarity.